Dalla Ivy League con amore: Preppy style.

Mi dici Preppy e io penso a famiglie snob che giocano a tennis e a lacrosse e fanno le gite in barca. Anche noto ai comuni mortali come “stile college”, il Preppy effettivamente è un look che nasce nelle Università della Ivy League (quelle che per frequentarle devi fare un mutuo o due), e lo stesso vocabolo deriva dai corsi preparatori che gli studenti frequentano per avere la possibilità di entrare in questi college e sbranarsi l’uno con l’altro durante la scalata al successo.

Vagheggiando sulla rete si trova di tutto su questo stile, da articoli imbarazzanti che lo accostano agli One Direction ( a seguire una foto dei cinque soggetti che hanno rovinato il mio concetto mentale di boyband) ad altri squisiti, come quello di Franca Sozzani su Vogue.it.

Signori e signore, gli One Direction. Avviso i gentili lettori che un’esposizione prolungata a tale foto può causare danni irrimediabili alla retina.

 

Non sarai mai un vero preppy senza pantaloni di velluto a coste o in cotone (meglio se rosa). I preppy più temerari e convinti sfoggiano anche il kilt, e a questo proposito ho corredato il qui presente articolo di due deliziose foto di Sean Connery (che tuttavia conserva il suo sex appeal) e dell’affascinante e caliente principe Carlo d’Inghilterra.

Alle donne va decisamente meglio, con gonne a piega o a fantasia scozzese.
Giacche e blazer in tweed o con stemmi (vedi Ralph Lauren) sono di rigore, così come i maglioni in shetland e i pull a rombi, verso i quali per una qualche inspiegabile ragione, probabilmente legata a ricordi d’infanzia, nutro una profonda simpatia.

Siccome pull e camicia spesso fanno sentire l’uomo stretto in una morsa soffocante, a parte personaggi puramente fittizi come Blaine Anderson di Glee, è concesso l’uso delle polo.
NON considerate a tal proposito le tonalità accecanti proposte nella campagna big Pony da Ralph Lauren, che sospetto fosse sotto l’effetto di acidi quando ha concepito le polo gialle e viola.

Niente scarpe da ginnastica o da battona (pardon: passeggiatrice), grazie al cielo: le scarpe ideali per il look Preppy sono le stringate (piacevoli anche le versioni femminili con tacco alto), le Clark’s, che nell’ultimo anno si trovavano anche ai piedi dei barboni, e i mocassini. Su questi ultimi avrei da fare un piccolo appunto: ci sono mocassini e mocassini.
Nello specifico, ci sono mocassini meravigliosi come quelli eleganti proposti da Giorgio Armani e quelli più casual e sportivi di Timberland, e ce ne sono altri che io bandirei dal mondo, vedi mocassini bianchi rigurgitati dagli anni ’80 e mocassini scamosciati Tod’s (che comunque non è l’unica marca rea di aver concepito uno scempio simile) con mille fronzoli e perlopiù indossati in versioni rosso o preferibilmente viola da uomini con attitudini da macho.
Per gli accessori si raccomandano la cravatta, che per una buona fetta di popolazione maschile equivale a un cappio che non vedono l’ora di allargarsi o strapparsi via dal collo e che le ragazze adorano indossare, e una bigiotteria discreta limitata a punti luce e perle. Ergo tenete nell’armadio le collane d’oro massiccio rubate a 50 Cent.

La cosa che più adoro di questo stile sono i colori: blu navy, verde bottiglia, rosso e bordeaux sono i miei preferiti, ma non vanno dimenticate le tonalità pastello, il marrone e il sabbia.
Nota all’attenzione delle ragazze: probabilmente parte di voi è rimasta colpita al cuore da Blair e la sua gang, e pensa che accostando calzettoni blu e rossi a rombi, trench rosso e borsa gialla si diventi una fashion icon. Prima di uscire di casa in questo modo, sempre che i vostri genitori ve lo consentano, riflettete sul fatto che ogni volta che prendete spunto
da un outfit su due di Gossip Girl, una fata muore.

Concludo questo articolo con qualche riferimento televisivo e cinematografico che spero vi ispiri positivamente e un elenco di marche raccolte sul web cui potete far riferimento per lo stile Preppy.
Commentate e condividete il verbo!

Gogo Yubari, Kill Bill. Sono dell’idea che solo un genio come Tarantino avrebbe potuto concepire un personaggio simile,comunque per questo look non dovete dimenticare la mazza ferrata a catena, che dà quel tocco perverso e aggressivo in perfetta pandant con i calzettoni bianchi.

Happy Days: da un lato c’è Fonzie con i suoi jeans e giubbotti di pelle, dall’altra i bravi ragazzi in giubbotto da baseball (che dopo decenni è ancora lì, immutabile),camicia inamidata e pantaloni di cotone. Non scordate di leccarvi i capelli.

Spencer Hastings: in Pretty Little Liars outfit orribili e privi di un razionale perché si sprecano, ma evidentemente la costumista deve avere in simpatia Troian Bellisario.

Andrebbe citato anche Gossip Girl, che è uno dei telefilm a mio avviso più insignificanti e travianti in fatto di moda dell’intero panorama televisivo; il citarlo due volte in un articolo mi fa’ venire voglia di auto-fustigarmi.

Ricordate, una vera mafiosetta stile Blair Waldorf non è tale senza un cerchietto per capelli, delle Tory Burch ai piedi e una faccia che ti strappa gli schiaffi dalle mani.

Tre outfit di Troian Bellisario in “Pretty Little Liars”

Brand che riprendono lo stile Preppy:
Brooks Brothers (meraviglioso), Ralph Lauren, Vineyard Vines (regalare al vostro fidanzato un pantalone rosa o una camicia con il monogramma di questa balena ripetuto fino alla nausea è un ottimo modo per troncare per sempre la vostra relazione), Elizabeth McKay, Tommy Hilfiger, Thom Browne, Altea, Arden, Miu Miu, Burberry, Prada, Lacoste, Nantucket Brand. Smarthers & Branson e Tucker Blair vendono cinture che magari gli uomini della Ivy League riescono a indossare in modo virile, ma io non avrei mai il coraggio di regalare. Fate voi.

Carlo Filippo Arturo Giorgio, principe di Galles
Sean Connery al suo matrimonio
Foto di Renato Grignaschi, 1980, scelta da Franca Sozzani nel suo editoriale di agosto.
Tre proposte uomo per l’autunno inverno 2010, dal brand francese “Kitsune”
Annunci

2 pensieri su “Dalla Ivy League con amore: Preppy style.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...