Salva una vita: dì NO ai regali orribili

Natale è passato, ed ecco che ci troviamo con regali belli, regali che non ci aspettavamo e forse anche regali orribili. Per gli ultimi, miei cari, non c’è rimedio all’infuori del riciclo, della beneficenza e della piromania. Nonostante ciò continueremo tutti a fare regali: per l’Epifania, per rifarci di regali di Natale che abbiamo steccato o per altri eventi come compleanni & Co., e fa sempre piacere avere qualche piccola idea in serbo. Ecco dunque la seconda parte della lista di regali originali.

  1. tumblr_mwrsl7BGU11rmpsr0o1_500Una tazza. Molti di noi, e mi includo nella cerchia, si sono fermati alla preistorica tazza in cui si beve il latte o il tè. Dovete sapere che in realtà si potrebbe scrivere un libro circa le innovazioni che hanno riguardato nell’ultimo decennio il mondo delle tazze, che ha conosciuto uno sviluppo pari a quello del Prodotto Interno Lordo della Cina: c’è la tazza che misura la temperatura del liquido che le si versa dentro, una che a contatto con la bevanda fa apparire un’immagine, e ancora la tazza auto-mescolante per tutti coloro che credono che i cucchiaini siano sopravvalutati. Per le donne trendy c’è anche la tazza di Chanel (ovviamente NON prodotta da Chanel), che è uno spartano contenitore di liquidi ma tutto sommato con un bel design.
  2. GUNALARMCLOCK_3970
    Ecco a voi una suggestiva anteprima di come vi sentirete tutte le mattine grazie alla sveglia-bersaglio.

    Una sveglia. Qualcuno ama la sveglia? Nessuno nessuno? Ma come… La distruggeresti tutte le mattine? Beh, ora puoi. Qui potrai acquistare una sveglia con bersaglio incorporato e pistola in dotazione. E indovinate come si spegne? Sparandola, ovvio. Anni di violenta repressione del sonno saranno finalmente vendicati e vi alzerete dal letto in stile “Adoro l’odore di sveglie bruciate al mattino“. Insomma, vi assicura un vero risveglio alla John Wayne. E se invece avete amici che hanno la brutta abitudine di disattivare la sveglia nel sonno, regalategliene una volante. Magari poi prestategli una pistola, di quelle vere.

  3. Il cuscino musicale. Questo è uno dei regali che ho fatto questo Natale. Potete trovarlo qui su Amazon in diverse forme e colori, anche se il principio è lo stesso: grazie ad un cavetto che si collega al cellulare, all’mp3 o all’iPod, è possibile ascoltare della musica meravigliosamente diffusa dall’interno del cuscino. Non ci sono batterie, non dovete caricare niente e l’esperienza è davvero meritevole di essere vissuta.
    E’ uno dei tipici regali a colpo sicuro, perché tutti amano i cuscini e tutti amano la musica. Tra l’altro ce n’è per tutte le tasche, dai sei/otto euro fino ai ventisei/trenta per i cuscini più grandi e soffici. State attenti però, perché è un regalo così universalmente valido che potrebbe venirvi voglia di tenervelo.

  4. Oggetti d’arredo/roba attinente alla cucina. Okay, prima di tutto: occhio ai soprammobili.
    Io sono cresciuta in un contesto socio- familiare in cui tutto ciò che non ha una precisa funzione se non quella di stare sui mobili, è considerato un male da depennare dal mondo.
    Complici anche quegli orrendi soprammobili di cristallo che si usavano negli anni ’80-’90 come bomboniere.
    Cresciuta con questo terribile monito, sono riuscita a riconsiderare i soprammobili solo grazie ad una lunga terapia presso Maison du Monde, Elio Zema ed Amazon. Questo perché esistono meravigliosi oggetti degni di far parte delle nostre case, ma ci sono anche delle porcate inaudite che vengono regalate “giusto per fare un pensiero”: beh, anche i messaggi di morte sono dei pensieri, non vi pare?
    Conosco persone che si sono ritrovate con set di piattini e tazzine da tè – rigorosamente acquistati al mercatino dell’usato – e che al massimo bevono l’Estathé con la cannuccia. Tralasciando il fatto che bere tè da tazze usate non è il massimo dell’igiene, considerate la persona alla quale state facendo il regalo!
    Piuttosto che donare qualcosa che non userà mai, è meglio non fare regali. Sul serio, la gente se la prende di meno e non ha neanche l’onere di fingere di andare matta per il vostro “pensiero”.
    Se date un’occhiata al sito di Maison du Monde o fate un giro su Amazon troverete fantastiche idee regalo che non vi costeranno più di 10-15 € e sono davvero dei pensieri carini. Per darvi qualche spunto, questo e questo sono idee carine che personalmente mi hanno fatto impazzire.
  5. IL REGALO “PARTICOLARE” (leggi come: ma ne sei proprio sicuro?)
    Ho deciso di inserire questa sezione poiché esiste una categoria di regali che rappresenta un vero azzardo. Esempi? I profumi, i cappelli, i gioielli e più in generale capi di abbigliamento che non siano sciarpe. Il mio consiglio di base è di scegliere altro o quantomeno di tenere lo scontrino, ma per tutti coloro che vogliono avventurarsi in un regalo simile ho pensato di dare qualche piccolo accorgimento.5.1. Il profumo/dopobarba/crema per il corpo. Okay ragazzi, questa fotoGè roba personale.
    Potete regalare un profumo se pensate di conoscere molto bene una persona o se sapete di andare sul sicuro (e con “sul sicuro” intendo dire che sapete per certo che gli piace e vorrebbe acquistarlo), diversamente desistete per il bene dell’umanità. Voi che direste se vi regalassero un profumo da passeggiatrice o che vi ricorda i fiori del cimitero o una delle vostre vecchie prozie? E’ un regalo terribile anche perché non si può riciclare! Insomma, a meno che non facciate regali alle vostre prozie o a persone che detestate. Circa i cimiteri non mi esprimo, perché la cosa potrebbe suonare vagamente blasfema.
    Tra l’altro in molti contesti sociali regalare un profumo equivale a dire “toh, almeno avrai un odore accettabile”, quindi occhio.
    Ci sono profumi con i quali si va sul sicuro? Un po’ di anni fa c’è stato il boom di “One Million”, venduto soprattutto grazie ad una sapiente campagna pubblicitaria. Ma del resto, se la Folletto ingaggiasse Mat Gordon, qualunque donna se ne comprerebbe una.
    Quindi no, non regalate profumi.
    cappello-tiffany5.2. I cappelli
    . Io sono una persona che adora i cappelli, eppure odio farmeli regalare. C’è spesso qualche piccolo dettaglio che rende un cappello molto bello o molto brutto sulla base di un gusto squisitamente soggettivo. Un esempio: a me piacciono tantissimo i cappelli a cloche, ma detesto quelli con gli applique (tipo fiori da vecchia sessantenne inglese), però gradisco quelli con il cinturino, a patto che sia sobrio e non in contrasto con il colore del cappello e che quest’ultimo sia fatto di un materiale che non catturi tutta la polvere presente nell’atmosfera e… Ora capite perché è un rischio?
    Si può andare sul sicuro in qualche modo? Beh, questo cappello qui ha riscosso parecchio successo negli ultimi mesi, e solitamente il basco è abbastanza apprezzato, ma tenetevele come opzioni di riserva.

    5.3. I gioielli. Ci sono persone che possono avere orgasmi di fronte alle piccole scatoline, soprattutto se hanno una particolare sfumatura blu, ma ce ne sono anche altre che preferiscono regali più pratici. Quindi il rischio è di comprare qualcosa che non venga particolarmente apprezzato dopo aver speso una cifra considerevole, ragion per la quale io consiglio di andare sul sicuro con un ciondolo con l’iniziale, un cuoricino o delle perle (adesso hanno prezzi abbordabilissimi). Ma se potete evitare… Evitate.

    Gocciole-Suocer5.4. Abbigliamento vario. Mai più che in questo caso vale uno dei principi della comunicazione “La mappa non è il territorio”. Adorate il maculato, il barocco, le t-shirt con stampe di donne in pose succinte, lo zebrato, il muccato o i pois? Beh, sono certa che voi indossiate tutte queste fantasie con innata grazia e sobrietà, ma questo potrebbe non valere per la persona a cui state facendo il regalo… Perciò, per l’amor del cielo, conservate quel benedetto scontrino.

Questo fantastico viaggio avrebbe potuto concludersi qui, e invece no. Non prima di avervi mostrato la pagina più oscura e terribile dei regali di Natale, una pagina di magia nera con tutto ciò che non dovreste mai regalare a qualcuno a meno che vi stia davvero sulle balle (in questo caso prima di tutto domandatevi se vale la pena buttare via dei soldi così)  o abbia dei gusti molto dubbi o voi abbiate una strana logica circa i cavalli da donare.
Ecco dunque una top three della roba più orribile che ho trovato sul web nella ricerca dei regali natalizi di quest’anno.

  • Il costume di Borat (su http://www.doxbox.it) alla modica cifra di 11,99 €
  • I tatuaggi per le labbra. Diavolo, sì che esistono, e probabilmente sono stati concepiti dopo l’assunzione di una massiccia dose di LSD. Sempre su doxbox una ricca gallery per tutti i (più discutibili) gusti, dalla bandiera del Regno Unito all’intramontabile arcobaleno.
  • E per ultimo… Questo è un po’ “il solito” dei pessimi regali: i calzini antiscivolo e la roba di pile. Vi prego, risparmiate all’umanità e ai vostri cari queste scempiaggini. E’ già terribile che siano state inventate, perché perpetrare questo orribile crimine? Siamo un popolo civile ed evoluto, comportiamoci come tale.

E scritto ciò non posso che augurarvi uno shopping felice e responsabile. COMPRATE!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...