5 FRASI CHE OGNI MEDICO DOVREBBE LEGGERE

“Ho creduto che tutti i giovani meritevoli, avviatisi tra le speranze, i sacrifici, le ansie delle loro famiglie, alla via della medicina nobilissima, avessero diritto a perfezionarsi, leggendo in un libro che non fu stampato in caratteri neri su bianco, ma che ha per copertura i letti ospedalieri e le sale di laboratorio, e per contenuto la dolorante carne degli uomini e il materiale scientifico, libro che deve essere letto con infinito amore e grande sacrificio per il prossimo.
Ho pensato che fosse debito di coscienza istruire i giovani, aborrendo dall’andazzo di tenere misterioso gelosamente il frutto della propria esperienza, ma rivelarlo a loro”
Giuseppe Moscati, medico italiano canonizzato nel 1987.
Giuseppe-Moscati

Questa era la medicina secondo Moscati: Amore. Fede. Una missione.

Potremmo dilungarci in dibattiti interminabili che riguardano il test e il numero chiuso, quelle domande vendute e quelle carriere comprate.

Potremmo, certo, ma sarebbe irrispettoso, perché nessuno di questi argomenti è degno di essere trattato in un articolo dedicato a coloro che sono agli antipodi di tutto questo.

Parliamo di un altro lato: il lato della sanità fatto di persone competenti, di chi ogni giorno fa il proprio lavoro con gioia e con amore, di tutti coloro che regalano un sorriso e mettono se stessi a disposizione di un bene più grande.

Il bene degli altri.

Queste frasi sono per una futura classe di medici brillanti, non solo dei professionisti del bisturi ma anche e soprattutto dei professionisti di cuore.

sorriso_110

  1. Il vero Privilegio.
    La malattia, si sa, è in grado di cambiare le persone. La nostra fragilità ci ricorda che non siamo immortali e ci permette di essere noi stessi, senza le maschere che spesso indossiamo sul lavoro, nelle relazioni, nella vita.
    Un medico ha il privilegio di vedere oltre, di dare conforto e sostegno.
    “La depressione è un’epidemia di portata mondiale. Nel 2020 secondo le stime dell’OMS la depressione sarà la più diffusa malattia del pianeta. Personalmente credo che la maggior parte delle depressioni abbiano le sue radici nella solitudine, ma la comunità medica preferisce parlare di depressione piuttosto che di solitudine. È più facile liberarci del problema dando una diagnosi e una scatola di farmaci. Perché se cominciassimo a parlare di solitudine, sapremmo, per certo, che non ci sono farmaci. Non c’è industria medica che tenga, basta l’amore umano. E la cosa meravigliosa è che non serve una scuola di formazione per essere amanti. Tuttavia c’è sempre uno squilibrio tra quanti continuano ad “ammalarsi” di questa malattia e coloro i quali cercano, ognun per sé, di arginarla”
    Patch Adams
  2. hey-doc-300x268Medico? No, amico.
    “Sa benissimo che non sono venuto in casa sua con l’impaludamento del medico, ma come un tale, un amico, il quale per avventura abbia avuto qualche cognizione dell’arte stregata della medicina”
    Giuseppe Moscati
    Spesso non ci pensiamo, eppure permettiamo al nostro medico di entrare nella nostra sfera più intima e personale. A volte sa cose di noi che nessun altro conosce. Con questi presupposti è assurdo vederlo solo come un professionista e non come una persona cui affidiamo la nostra fiducia e la nostra salute: in senso più o meno stretto, un amico.
  3. Vita tra le mani.
    “E’ possibile l’errore, ma in ospedale non dovrebbe avvenire”
      Giuseppe Moscati
    Questo è un aspetto della professione medica che è invidiabile quanto carico di responsabilità.
    Secondo un’indagine condotta da Cineas, “Su 8 milioni di persone che ogni anno vengono ricoverate negli ospedali italiani, 320 mila (il 4% circa) subiscono danni o conseguenze più o meno gravi che potrebbero essere evitati. Di queste, una cifra variabile tra le 14 mila (secondo le stime più ottimiste) e le 50 mila (secondo quelle più pessimiste) muoiono a causa di errori compiuti dai medici o causati da una non adeguata organizzazione delle strutture sanitarie”.
    Cifre che fanno riflettere su quanto avere la vita di un’altra persona tra le mani sia sì un onore, ma anche una grande responsabilità.
  4. Dottori di cuore.
    patch_adams_100“Per noi guarire non è solo prescrivere medicine e terapie, ma lavorare insieme condividendo tutto in uno spirito di gioia e cooperazione”
      Patch Adams.
    “Ahimè la nostra scienza, se fosse tutta fredda e destinata solo a mantenere i minuti piaceri del corpo, a che cosa servirebbe? Sarebbe un’ancella del materialismo e dell’egoismo! 
    E perciò per metterla al riparo di simile accusa, noi medici, in momenti supremi, ricordiamoci di avere di fronte a noi, oltre che un corpo, un’anima”
    Giuseppe Moscati.
    C’è altro da aggiungere?
  5. Amore fa rima con verità.
    La medicina è ricerca, della soluzione quanto della verità. Un medico che è davvero medico è un eroe: non solo perché salva delle vite, ma anche perché deve sfidare i luoghi comuni, le caste, la tentazione di accordi che possono portargli in tasca dei soldi in cambio di prescrizioni o consigli “forzati”.
    “Ama la verità, mostrati qual sei, e senza infingimenti e senza paura e senza riguardi. E se la verità ti costa la persecuzione, tu accettala; e se il tormento, tu sopportalo. E se per la verità dovessi sacrificare te stesso e la tua vita, tu sii forte nel sacrificio”

    Un'immagine tratta dal film dedicato a Giuseppe Moscati
    Un’immagine tratta dal film dedicato a Giuseppe Moscati

E tu, chi vorresti essere?

Puoi essere un medico di questo tipo, o l’ennesimo professionista che si è formato dopo anni di studio e di pratica.
E se non hai l’aspirazione di fare il medico, sicuramente adesso avrai modo di guardare il tuo dottore di fiducia con occhi diversi…
In un caso o nell’altro, la chiave della salute sta nell’ingrediente più potente che l’uomo sia in grado di usare: il sorriso.

Sono stato un clown di strada per trent’anni e ho tentato di rendere la mia vita stessa una vita buffa. Non nel senso in cui si usa oggi questa parola, ma nel senso originario. “Buffo” significava buono, felice, benedetto, fortunato, gentile e portatore di gioia. Indossare un naso di gomma ovunque io vada ha cambiato la mia vita.
Patch Adams

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...