L’AMERICA CI SERVE! E’ PIENA DI CICCIONI!

Gli americani sono grassi, e di questo ho avuto coscienza grazie al canale più sconcertante che sia mai stato concepito nella storia della radiotelevisione, cioè Real Time.

real-time-programmi-non-sapevo-di-essere-grossa-grassa-e-gipsy

Il palinsesto di Real Time in buona sostanza si fonda su campeggi estivi per ragazzini obesi, famiglie di obesi, accumulatori seriali (spesso obesi), cuochi non obesi che ricercano schifezze da obesi in tutti i ristoranti d’America e spose (gipsy, nane, ricche sfondate, dark e anche obese).
Così mi sono fatta l’idea che negli USA non ci siano molti fan dell’alimentazione “fettina di carne e insalata”. 

Ma questo è uno stereotipo. Perché  in America ci sono molti esperti di nutrizione!
E non solo obesi!

Ma se noi vediamo gli americani come un popolo extralarge,
ci siamo mai chiesti come gli americani vedono noi?

L’italiano tipo è stato magistralmente dipinto in capolavori come Il Padrino, To Rome with Love e i Simpson.
Nel film di Woody Allen dedicato a Roma, l’unico italiano talentuoso è un tenore che gestisce un’impresa di pompe funebri. 
Sua moglie è così arretrata che a confronto la signora Corleone è una sexbomb progressista, e a un certo punto pensa bene anche di minacciare la gente con un coltello, in pieno stile “La mafia uccide d’estate”. 

6a00d8341c630a53ef0167678b56d5970b-600wi
Giacca di velluto marrone e barba incolta: per Allen siamo stati hipster prima che fosse mainstream.

Il tutto mentre gli americani del film girovagano per Roma incantandosi ad ogni pietra, parlando con i fantasmi e sfoggiando il loro stile summer-hippy “levatevechemefateombra”.
Beh, che dire… grazie Woody!

Per l’americano, l’italiano è: pizza, spaghetti, mafia, Armani e Ferrari.
Sarebbe carino se citassero, che so? La grappa e il pecorino, tanto per dirne una.

Ma gli americani non sono generosi proprio con nessuna etnia: per loro i francesi sono snob, i greci tradizionalisti, gli ispanici tutti criminali, i russi sono sempre – ma sempre sempre? SEMPRE! degli ubriaconi con un accento ridicolo, i cinesi hanno una lavanderia e sono anche esperti di arti marziali, i coreani sono dei geni e le donne nere non fanno altro che intraprendenti gesti collo/dito per far capire chi comanda nel quartiere.

Così, per sfizio, mi sono curata di raccogliere i tipici luoghi comuni dei film americani.
Non è una guerra di etnia, a me gli americani stanno anche simpatici, finché tengono le loro uova fritte con panna acida lontane dai miei sensi.

  • Avete mai visto un americano fare il caffè? No, perché la caffettiera è sempre piena.
    Piena di un liquido che nessuno di noi definirebbe caffè, dei quali bevono approssimativamente un ettolitro al dì.
  • Qualunque evento della vita di un americano è scandito da barbecue, tranne se ebreo: in quel caso la sua vita si articola in millemila bar mizvah.
  • Non c’è poliziotto che non mangi ciambelle
  • In ogni partita di baseball c’è un fuoricampo…
  • … E avete presente il padre che chiama sempre il proprio figlio “campione”??
  • Il vulcano è l’unico progetto di scienze che sia mai stato concepito nella storia scolastica americana
  • Nell’ora di educazione fisica non può mancare il nerd equipaggiato di canotta extra-large e pantaloncini extra-large a vita alta
  • Le nerd al contrario diventano puntualmente delle fighe spaziali sciogliendosi i capelli, togliendosi gli occhiali e cambiando abbigliamento: è un po’ la stessa regola per la quale le scienziate sono tutte fighe.

    3078490587_1_3_fuUmHg44
    Ecco un tipico esempio di nerd senz’occhiali. Creatura mitologica che esiste solo nei film americani.
  • TUTTE le confraternite organizzano toga party (ma poi che c’entrano con Roma?), nessuno apre mai un libro, si beve e si fa sesso oltre le umane capacità di resistenza fino alla laurea, in cui tutti lanciano i cappellini all’aria.
  • Naturalmente nelle suddette università c’è sempre il ragazzo di colore che è un genio in matematica e gioca a football. 
  • Solo precise categorie di persone fumano: i ribelli del liceo (con capelli tinti & borchie), ispanici, europei e cattivi. E anche qualche poliziotto, ma solo se ha dei profondi conflitti interiori.

    878596_1339963350572_500_280
    Solitamente in ogni telefilm americano c’è un’adolescente figa che passa un periodo oscuro in cui si tinge i capelli e fuma, passando per una Katy Perry versione fashion-dark.
  • E che dire dei processi?? I film sui processi sono i miei preferiti.
    Sono un mare indefinito di “obiezione, Vostro Onore!”, scleri del giudice – che se è buono è sempre un afroamericano, o ancor meglio una afroamericana – che minaccia di sbattere tutti fuori/chiama gli avvocati al bancone, testimoni che entrano nel bel mezzo del processo e sono determinanti per esso e poi loro…
    Immancabili in qualunque film giudiziario americano: i sermoni fatti alla giuria dagli avvocati.
    Sermoni della durata di due ore e mezzo, in cui vi sono scene che sfiorano la tensione emotiva di “Ogni maledetta domenica”, in cui si dicono parolacce, bestemmie, quasi mai si citano motivi di diritto e ovviamente poi alla fine si vince.

    Gli avvocati d’ufficio naturalmente sono sempre incapaci, questo è matematico.

    A proposito di matematica, avete mai sentito parlare dei matleti, quelli che fanno le gare di matematica alle superiori? Sono simpatici quasi quanto i bambini che fanno le gare di spelling!

Che dire alla fine?

È finzione! E ci piace proprio per questo motivo.
Nella realtà non è mai il poliziotto di colore quello che muore per primo e non tutti gli italiani guidano una Ferrari.

Prendiamola a cuor leggero… Noi che non siamo obesi possiamo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...