Perché le donne sono il problema

Come si suol dire, il maestro appare quando l’allievo è pronto.
Anche se è un maestro dubbio e che alterna programmi di gente obesa a programmi di gente (spesso obesa) che si sposa.
Ebbene sì, Real Time si è fatto portatore di un messaggio che mi ha illuminato: le donne possono causare una marea di problemi.

Una sera mi sono imbattuta nella nuova creatura di RT, molto probabilmente scopiazzata da qualche canale americano o ispirato a vere storie di gente colombiana, “Alta Infedeltà”.
Ammetto che queste storie sono abbastanza appassionanti, grazie ai commenti della mia gioviale famiglia e al fatto che si parla sostanzialmente di storie di corna – che piacciono a tutti.

La puntata è più o meno così:
Pino e Pina stanno insieme, poi arriva una Gina (lasciatevi suggerire il nome completo dalla vostra fantasia) che comincia a tentare Pino, affascinata non tanto dalla sua barba e dalla sua pancetta quanto dall’eterno potere attrattivo della fede nuziale. Quando lui cede perché Gina è sempre più bella, giovane, meno problematica e non ha mai mal di testa, lei non si accontenta di aver già sottratto Pino a una rivale donna… No… Questa tizia, che fino al giorno prima si credeva Samantha di Sex And The City e ai biberon preferiva Sangria e Mojito, inizia a fantasticare una vita insieme, un nido d’amore in cui costruire dolci sogni d’amore, ricolmo di tanti pargoletti che gattonano. Pino viene preso in pauroso contropiede, perché lui si è trovato un’amante per soddisfare le sue fantasie, e non perché vuole coccole e bambini.
Badate bene che le fantasie di Gina nascono dal nulla, ma hanno una crescita pari a quella di un OGM: se lui temporeggia per non dire di sì alle sue assurde proposte, Gina è capace di falli che neanche in quarta categoria, lasciando piccole tracce del suo passaggio perché Pina scopra tutto.
Un esempio? Lasciar cadere accidentalmente un’unghia finta di cinque centimetri nella doccia. Mannaggia, come ho fatto a non accorgermene!
Pino, che normalmente non è molto sveglio, accampa scuse poco credibili a Pina, fino a quando decide di dichiarare il suo amore per Gina (lui crede perché si sente bene con lei… La verità è che non ha scelta, una volta persa la moglie pensa a salvare la botte!).
Da qui si snodano diverse possibilità, che variano dalla pubblica gogna a una pacata e dignitosa disperazione da parte di Pina.
Ma la parte più interessante è ciò che accade dopo: mentre Pina generalmente si trova un compagno che le appare più maturo e responsabile (e anche più grande – tanto vale che gli uomini hanno una data di scadenza, tanto vale approfittarne), Pino e Gina sono finalmente liberi di vivere la loro favola!
E invece no! Gina è stanca del suo giocattolino e comincia a frequentare un tipo più giovane, aitante e figo di Pino.
Morale della favola: la battaglia tra Gina e Pina si conclude con pari perdite ed entrambe scaricano Pino.
Non ce la faccio a non provare compassione per quest’uomo, davvero.
E’ come mettere un bambino a giocare a Monopoli, pretendendo che sappia destreggiarsi in un gioco ben più grande delle sue doti intellettive.
Se avete visto Match Point , capirete bene di cosa parlo: un attimo prima la vita ti sembra meravigliosa, tua moglie ti prepara da mangiare ed è là a disposizione in caso di carestia, hai un’amante bellissima che devi sopportare per così poche ore a settimane che sei perfino in grado di interessarti ai suoi provini da attrice…
Poi un giorno la tua amante si sveglia e vuole diventare la tua seconda moglie, anzi la prima, perché sticazzi che lei l’hai sposata prima, l’hai tradita con me, hai preferito me, quindi io vengo prima!

J. Rhys-Meyers che sfoggia perfettamente l'espressione "Emmosocazzi"
J. Rhys-Meyers che sfoggia perfettamente l’espressione “Emmosocazzi”

Insomma, gli uomini pensano di avere veramente il controllo di queste cose, ma le donne hanno il potere e sono in grado di distruggere intere vite con un’unghia finta.
Sono il problema, ma possono essere un’altrettanta buona soluzione.
Vanno maneggiate con cautela, ignorate quanto basta, amate almeno il doppio.
E quando vogliono darsi battaglia, l’ideale è spararsi a un piede e farsi mandare a casa.
Vietnam docet.

Annunci

One thought on “Perché le donne sono il problema”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...