LE VERE STRONZE SONO CURVY? FORSE.

Questo post non sarà senza dubbio popolare. 
Il curvy ormai è sostenuto e amato al pari dei cuccioli di foca: dire una
parola in suo sfavore, anche se in maniera educata e adeguatamente
motivata, ti fa guadagnare la palma di stronza anoressica persona poco
garbata che in qualche modo sostiene la magrezza eccessiva. 

Contestare un dogma è un lavoro sporco, ma qualcuno dovrà pur
farlo.

La mia riflessione è partita da un articolo di Vanity Fair sui modelli di bellezza. Articolo sterile, direi che si tratta più di una gallery
fotografica con quattro parole che fungono da doverosa constatazione.
Zero spirito critico, se non un’osservazione sulla magrezza
dei modelli di Italia e Cina.

Sorvolando sulla banalità del commento dell’utente medio di internet, una cosa tipo “Ma nvedi come sono magre Italia e Cina aò!
Anoressia! VERGOGNA! Forca, piume e mangiatevi un panino”
, il mio primo pensiero è stato “Ma perché non c’è
nemmeno una ragazza atletica tra i vari modelli proposti?”

Le 18 foto postate presentano una paurosa carenza di
tono muscolare.
E non vi parlo di livelli agonistici, ma giusto quel tanto che basta a essere considerate sane, in forma.
La cosa veramente preoccupante è che una ragazza si senta
costretta a scegliere tra “Digiuno ma così incarno un modello di bellezza” e “Me ne frego ma almeno sorrido e sono in salute”.
La scelta è davvero solo questa?
Per la miseria, NO! 

La trainer australiana Emily Skye, ex modella, creatrice del programma F.I.T.
La trainer australiana Emily Skye, ex modella, creatrice del programma F.I.T.
Kayla Itsines, creatrice della Bikini Body Guide.
Kayla Itsines, creatrice della Bikini Body Guide.

Da qualche mese ho la fortuna di confrontarmi con altre ragazze che hanno sposato uno stile di vita sano, che sicuramente prestano più  attenzione a ciò che mangiano e fanno un esercizio fisico regolare, ma non sono schiave della bilancia, possono mangiare farro a pranzo e un affogato al cioccolato senza il minimo senso di colpa.
E non è piacevole vedere tanto lavoro vanificato da uno stronzissimo “Mio dio ma sei troppo magra, mangia un po’… Le ossa piacciono solo ai cani”.
(Per amor di precisazione, il pensiero che parte è approssimativamente “Stai calma stai calma stai calma – Che ti possano dare un kettlebell in faccia durante uno swing, ‘sta stronza”

11336075_1056161137727498_909216990_n
Tipica reazione di una ragazza alla frase di cui sopra. Se vedete questa espressione, si consiglia vivamente di darsela a gambe.

Ma veniamo alla considerazione più importante:
QUANTO È FALSO IL MITO DEL  CURVY?
Polemizziamo sulle foto photoshoppate di questa o quella modella (“Le hanno ingrossato il seno, sfinito la pancia, così le ragazze si illudono blablabla”), ma che dire di quelle ragazze tutte curve ma sode, senza un filo di cellulite, senza una smagliatura, praticamente perfette?
Già, cosa dire se non che è una gigantesca bufala? 
Io penso a una delle donne più belle del mondo, Scarlett Johansson: incarna il modello di donna formosa e sensuale, la vedi in foto e brami di essere come lei… Poi vedi un paio di foto al mare e ti rendi conto che ha la cellulite, un po’ di pancetta, e lungi da me negare che sia una bellissima donna, non è nemmeno la perfezione che hanno voluto farci credere.

Scarlett-Johansson1Ma Scarlett Johansson è un caso anche blando, che dire di tutte le cosiddette modelle extra large? 
Le vediamo in foto, bellissime, levigate, scolpite…
E quasi desideriamo una taglia 52.
È o non è una bugia?
Si tratta di un modello irraggiungibile. Nella realtà tutto questo NON ESISTE. 

denise
“Curvy è bello”? 

Ma quale curvy? Quello reale, di donne che si sentono a posto con se stesse e il proprio fisico non perfetto, o quello che ci spacciano come tale, piallato da due ore di Photoshop?
La bellezza è bellezza, punto e basta.
E le stronze sono stronze, a prescindere dalla taglia. 

Ci sono donne curvy e belle, magre e belle, atletiche e belle.
Sapete cosa le rende belle?
Accettarsi, essere felici, sorridere. 
Personalmente troverò sempre più bella una ragazza atletica, perché sono dell’idea che delle buone abitudini si rispecchiano inevitabilmente sul nostro fisico e la nostra serenità. Alla fine è gusto personale.

Ma per una buona volta, piantiamola con questi sterili stereotipi, con il “Le ossa diamole ai cani” per giustificare la nostra frustrazione, con i “Ma vedi che culo grosso oh” per sentirci un po’ più a posto. 
Citando una perla della cinematografia:

“Dire che uno è grasso non ti fa dimagrire, dire che uno è scemo non ti rende più intelligente… L’unica cosa che puoi fare nella vita è risolvere il problema che ti si presenta”

Una parola di meno, una forchettata di cavoli tuoi, due squat in più.

Pace, amore, e per quanto possibile, un po’ di solidarietà femminile ✌❤

Un caloroso abbraccio e ringraziamento va alle ragazze di #bbgITAgirls e di Emily Skye F.I.T.
Tra le più belle, coraggiose e solidali donne che abbia mai incontrato dai tempi dell’asilo. Siete fantastiche.

Annunci

Un pensiero su “LE VERE STRONZE SONO CURVY? FORSE.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...